Giorno 66. Arrivederci a settembre! 

La sensazione di sentirmi piccola piccola, sovrastata dall’altezza dei fusti, non la scorderò mai. Tale rimane ancora per me oggi il frumento: qualcosa che mi fa sentire piccola. 

Dal campo di frumento altissimo, che ogni giorno osserva le nostre passeggiate al parco, ci congediamo salutandovi con il sorriso di chi parte per inaugurare il proprio periodo di festa e di vuoto. Partiamo con tanta voglia di sospendere il tempo, chiuderci la porta di questo ultimo anno alle spalle e ricaricare le energie per affrontare una nuova fase della nostra vita. Ci attendono nuove sfide e tante avventure: abbiamo una vita meravigliosa che ci aspetta e non lasceremo per strada neanche un’emozione. 

Parto senza orpelli, accompagnata soltanto dai miei libri, fedeli compagni di viaggio: lascerò riposare computer e tablet, anche loro hanno bisogno di staccare la spina per un po’. Ci ritroveremo a settembre sul blog e sui social. 

Tanti saluti a tutti,
Vi&Va.

Annunci

Giorno 37. La notte dei desideri

È una notte come tutte le altre notti: ultimo giro insieme a Virna, poi doccia, l’ultimo bicchiere di acqua prima di andare a dormire e… No, è una notte con qualcosa di speciale.
Ho preso in prestito le parole del Lorenzo più famoso d’Italia per dire che stanotte è “quella notte lì”: forse molti di voi sono in spiaggia, in montagna, in camporella (dove, si sa, le luci non disturbano la visione delle stelle… in senso letterale e non metaforico), sul balcone con il naso all’insù alla ricerca di una scusa per esprimere un desiderio. Magari alcuni di voi sono soli e pensano alla persona che fa battere il loro cuore, anche se lei non lo sa. Come ero io, che le stelle le ho sempre guardate da sola.
Se invece state leggendo questo post vuol dire che non state leggendo la volta celeste e allora vi voglio raccontare perché per me questa è una notte speciale.
La giornata è iniziata con un desiderio realizzato: temporale, pioggia, fresco, che portano dritti a sonno, riposo, sveglia spenta, a letto fino alle 10. Il che ha comportato un ritardo di proporzioni bibliche sulla tabella di marcia dell’impresa odierna: i preparativi per la partenza. Sono riuscita a trasformarli in una secchiata dell’ultimo giorno che non ricordavo dai tempi della maturità, facendo in poche ore una quantità di cose che Gerry Scotti mi ha chiamato per andare allo Show dei record: faccende domestiche (mia mamma mi ha trasmesso l’ansia da “dobbiamo lasciare la casa in ordine perché quando torniamo troviamo quello che abbiamo lasciato”), spesa per l’acquisto delle ultime cose (deodorante, rasoio, borotalco… insomma si preannuncia una vacanza movimentata), pieno di benzina. E poi loro: le valigie. Sono partita dai bagagli per Virna: non è tanto per vestiti e accessori, ma per tutto il resto, che la macchina è stata monopolizzata dalla principessa. Scorta di cibo, trapuntini per le sue nobili natiche e ciotole rialzate hanno invaso il baule. Io, che tra libri e riviste sembra che debba leggere 24/24 non-stop, ho letteralmente buttato nel borsone quello che mi capitava a tiro: se avessi un blog di viaggi avrei intitolato il post “Tutto quello che non dovete fare prima di partire”. Nella mia frenesia isterica da partenza Virna mi vedeva preparare un sacco di cose e si è convinta che saremmo andate in giro in macchina – la sua più grande passione: mi ha tenuta d’occhio senza mollarmi un attimo e ogni tanto all’improvviso saltava su dalla cuccia scodinzolando perché nella sua testa era scattata l’ora della gita. Perciò ogni volta che uscivo dalla porta con un pezzo di casa, ma senza di lei, mi guardava con l’espressione da senso di colpa. Chi ha un pet sa di che cosa sto parlando.
Forse la più agitata delle due sono io: per la prima volta saremo al mare insieme, nel posto in cui mi sento davvero a casa. Un posto dove ho sempre sognato di portare qualcuno che amavo e vivere insieme i posti dove ci sono tante mie emozioni. Finalmente sta succedendo e sono impaziente.
In questa notte vedo stelle che cadono, anche se sono in casa e sto per andare a dormire. È la notte dei desideri!

Vi&Va

Made with Square InstaPic