#DogAdvisor – L’agriturismo La Camilla di Concorezzo (MB)

Domenica è sinonimo di famiglia riunita intorno alla tavola. In questo la mia famiglia è italianissima e da sempre il giorno della festa è anche quello dedicato al pranzo da cinque portate e alla bottiglia di vino buono.
Questa volta, però, avevamo un’occasione particolare: festeggiare due compleanni importanti, da cifra tonda, e così abbiamo organizzato una riunione di famiglia al ristorante. Con due bambini piccoli e un levriero al seguito abbiamo scelto un agriturismo in Brianza con uno spazio all’aperto davvero notevole per grandezza e bellezza: l’agriturismo La Camilla a Concorezzo (MB).

E mentre la Virna deve ancora smaltire le fatiche della giornata di ieri, io do i voti: ecco le mie pagelle alla Camilla!

POSIZIONE – voto 7/10
Seguite la torre cometa e troverete l’agriturismo promesso: La Camilla è vicinissimo alle Torri Bianche di Vimercate, che non passano inosservate, ed è facile da raggiungere sia dalla Tangenziale Est di Milano che dall’autostrada A4 (uscita Agrate). È ben visibile dalla strada, nonostante l’insegna sia discreta, come si addice all’eleganza della location. Non ho dato un voto più alto perché l’altra faccia della medaglia della posizione strategica è il traffico settimanale, che caratterizza entrambe le strade che ho indicato.

PET FRIENDLY – voto 8/10
Le sale del ristorante sono così ampie che non manca lo spazio per cani anche di taglia grande. Figuriamoci per la Virna, che si sdraia sul suo tappetino e si muove soltanto per cambiare chiappa. Basta avvisare al momento della prenotazione e lo staff allestisce il tavolo nella posizione migliore per dare lo spazio necessario a tutti gli ospiti, compresi quelli pelosi. Il personale di sala è accogliente e attento alle esigenze dei nostri amici. Lo spazio esterno è meraviglioso, ma fate attenzione agli altri ospiti dell’agriturismo: volatili e conigli, pecore, mucche, cavalli. La Virna si è divertita a guardare i suoi amici cavalli, mentre era un po’ intimorita dalle mucche. La passeggiata nel parco farà breccia nel cuore anche dei vostri cani!

LOCATION – voto 9/10
La preziosità del posto è la location immersa nel verde, con la struttura della cascina che ospita le sale ristorante ed è cesellata dalle carrozze, il bar per gli aperitivi che si affaccia sul campo della scuola di equitazione, le camere dell’hotel immerse nel verde e il sentiero che si sviluppa tra il laghetto e le scuderie, tutto molto ben curato.
L’agriturismo è anche sede di un centro ippico e le lezioni domenicali sono uno spettacolo aggiunto. Così il pranzo diventa l’occasione per trascorrere un’intera giornata nella struttura e anche i nostri amici hanno lo spazio per sgranchirsi le gambe e annusare un bel po’ di odori!

MENÙ – voto 5/10
Molto migliore sulla carta che non nel piatto per quanto riguarda la scelta onnivora, mentre l’alternativa per vegetariani e vegani non è all’altezza della fascia in cui si vuole collocare il ristorante, con proposte da cucina casalinga (un eufemismo per dire che sono gli stessi prodotti che possiamo comprare al supermercato e cucinare a casa nostra).  

CONTO FINALE – voto 6/10
Il rapporto qualità/prezzo è basso, ma la location risolleverebbe anche una pagella da bocciatura sicura.

Voto complessivo: 7/10

Se conoscete già La Camilla o volete suggerirmi qualche altra location pet friendly da provare e recensire, scrivetemi un commento!

It’s all so Grey!

Vi&Va

dav

 


Annunci

#DogAdvisor Provato per voi: il ristorante Grani e braci a Milano

19780395_10212661714570005_6974218288421501541_o

Il Cimitero Monumentale illuminato di notte (foto © Alessandro Gennari) 

Io e la Virna siamo da poco tornate a casa dopo un anno di lavoro a Modena e in questi primi giorni stiamo incontrando i vecchi amici che ci hanno aspettato e che ci stanno riservando un’accoglienza affettuosa.
Uscire nelle sere estive è un piacere: tavoli all’aperto di locali che non bisogna chiamare per informarsi se accettino i cani, parchi con prati su cui rilassarsi a contatto con la terra (ve lo consiglio per ricaricare le energie), giornate lunghe che invogliano a vivere le serate dimenticandosi dell’orologio. Tutto molto bello, se non fosse che alle 9 di sera ci sono ancora 35 gradi e un tasso di umidità che neanche in Malesia. Quando stare all’aria aperta si trasforma in una sofferenza (sia per la Virna che per me), l’alternativa è scegliere un locale pet friendly e godersi cena e chiacchiere (io) e riposo (la Virna) al fresco dell’aria condizionata.

Ieri sera il mio amico Genna (che ha fatto le foto) ha portato noi due ragazze al Grani e braci in via Farini a Milano: non lo conoscevo ed è stata una piacevole sorpresa.
Ecco tutti i punti a favore di questo locale.

La posizione – L’angolo tra via Farini e via Ferrari è esattamente l’incrocio di fianco al Cimitero Monumentale, uno dei luoghi di Milano che mi hanno sempre affascinato di più. I parcheggi non sono numerosi, ma all’ora di cena sono tutti liberi e dopo le 19.00 gratuiti. Di fronte al Cimitero c’è un tratto di pista ciclabile con degli spazi verdi: non sarà un parco, ma è l’ideale per fare sgranchire le gambe alla Virna e farle fare i bisogni prima di andare a cena.

L’accoglienza – Sul sito del locale è ben visibile il bollino “pets welcome” e l’accoglienza è davvero calorosa: la Virna ha subito conquistato i camerieri, incuriositi e ammaliati dalla sua bellezza. Ho chiesto un tavolo fuori dal passaggio per non dare fastidio: il locale è molto grande e ha spazi ampi, quindi ho sistemato la copertina della Virna tra il tavolo e la parete e ha potuto dormire lunga e distesa per tutta la serata. I camerieri mi hanno subito portato una ciotola grande piena di acqua e un premietto per la principessa.

Il menu – Ristorante, pizzeria, steak house: il menu è così vario da soddisfare le esigenze di tutti, così io (vegetariana) e il mio amico Genna (onnivoro) siamo rimasti entrambi soddisfatti. La qualità dei piatti è ottima: io ho scelto una delle insalate vegetariane e vegane, che propongono ingredienti non consueti, come l’amaranto, la quinoa, i germogli, oppure mizuna e tatsoi (giapponesi). E la carta dei dolci è irresistibile! Per concludere la cena ci hanno proposto dei digestivi di produzione propria all’anice e alle erbe, una versione meno dolciastra dei corrispettivi industriali.

Spettacolo notturno – All’uscita dal locale è d’obbligo una passeggiata di fronte al Cimitero, complice l’aria finalmente respirabile. Il Monumentale illuminato è uno spettacolo imperdibile e anche la Virna ha apprezzato – anche perché dove c’è un cancello in cui ficcare il muso non si lascia scappare l’occasione!

Voto complessivo: 8/10 

La Virna e io vi consigliamo questo locale per una serata tranquilla insieme ai vostri amici pelosi e umani.

It’s all so Grey!

Vi&Va