Giorno 73. L’astronomia del destino.

Buon lunedì, che già di per sé è un ossimoro.
Questo lunedì, poi, non è come gli altri: è il “day after tomorrow”, solo che la catastrofe in questione non è distruzione, ma costruzione. Un nuovo inizio, quello di cui ho scritto nel Giorno 72, ma anche nuove sfide da affrontare e prove da superare, sia per me che per la Virna – perché ormai siamo più sincronizzate di due donne che hanno le mestruazioni in tandem e facciamo tutto insieme anche quando fisicamente siamo separate.

Potrei parlare a lungo dei due giorni di lavoro che hanno preceduto la partenza per Torino. Potrei raccontare nel dettaglio quello che succede durante le dodici ore giornaliere che si passano sepolti dentro un teatro, che nessuno immagina quanto sia freddo, che cosa vuol dire fare le prove e preparare un debutto. Potrei – ma non lo farò – rovinare con due frasi l’aura di magia che il “dietro le quinte” conserva nell’immaginario comune. Perché i trucchi non vanno mai svelati, altrimenti ogni magia si rivela per quello che è: nient’altro che un meccanismo banale.
Non è forse più interessante soffermarsi sul momento in cui un sogno diventa realtà?

Il sogno si chiama Scuola Holden e venerdì è diventato la realtà dei prossimi otto mesi. Ed è stato esattamente come me lo aspettavo: intenso, totalizzante e bellissimo.
Mi sento un’aliena sputata fuori da un frullatore. La mente, invece, è tonica come fosse stata alle terme: la Holden è il centro del mio benessere. Perché le mie migliori amiche sono le parole.
Al di là dei giudizi personali e legittimi su quello che rappresenta, è esattamente ciò di cui ho bisogno in questo momento e l’unica cosa che conta è questa. Ho aspettato tanto per potere vivere questo viaggio, adesso me lo godo in ogni singolo istante e, fidatevi, è faticoso.
È faticoso tenere un livello di concentrazione sempre alto, è faticoso rendere prezioso ogni momento sapendo che è irripetibile, per me è faticoso anche avere una dimensione sociale per tre giorni consecutivi (perché, lo sapete, non sono una persona propriamente socievole). È faticoso e impagabile.

Quando le cose sembrano non andare come vorremmo, disperiamo della possibilità che sia soltanto una questione di tempismo sbagliato e che arriverà anche quello giusto. Il momento in cui ci rendiamo conto che dovevamo soltanto aspettare e che i pianeti della nostra storia si sono allineati è una magia senza trucco: è sentire di avere in mano la propria vita e l’energia che si propaga dà la forza di realizzare progetti, affrontare sfide, superare i propri limiti.
La frustrazione che ho provato in passato perché non potevo iscrivermi a questo corso è stata riscattata dalla consapevolezza che è questo – e questo soltanto – il momento giusto per vivere questa esperienza. Con l’insegnante giusto, i compagni giusti e, soprattutto, la me stessa che sono in questo preciso luogo della mia vita: qui e ora.

Allora basta frustrazioni, basta rimpianti, basta latte versato su cui piangere: sto avendo esattamente la vita che mi sono scelta – consciamente o meno. Ho le spalle leggere e un sorriso lieve.

Delle sfide che sta affrontando la Virna vi parlerò nel prossimo blogpost!

Vi&Va

Annunci

3 pensieri su “Giorno 73. L’astronomia del destino.

  1. Pingback: Giorno 74. E la Virna, nel frattempo, si riposava. | i diari di vi&va

  2. Buona fortuna. È una tentazione costante quella di piangere sul latte versato, bisogna imparare a tenerla a bada. Dici bene: il tuo momento è questo. E regalarsi qualcosa è impagabile. W i gesti di amore verso noi stesse. Significano che finalmente riconosciamo di meritarcelo. Buon lavoro!

    Mi piace

    • Ti ringrazio! La chiave di tutto sta nel tuo “finalmente”: dietro c’è tutta una vita passata a sentirci inadeguate e a farci tarpare le ali. Per fortuna arriva il momento in cui diciamo basta e iniziamo a prendere in mano davvero la nostra vita.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...