Giorno 46. Tristano senza Isotta

Sono entrambi levrieri, ma sono razze diverse. Sono entrambi a pelo raso, ma sono razze diverse. Corrono entrambi veloci, ma sono come il giorno e la notte. Greyhound e Galgo sembrano uguali, ma le apparenze ingannano anche nel loro caso: mettete un levriero inglese e uno spagnolo in area cani e vedrete che ogni equazione non sarà mai perfetta.

Virna e Tristan si sono stati subito simpatici: alla fine di una lunga passeggiata nei boschi erano già diventati amici. I modi gentili, il passo svelto, la curiosità di Tristan lo hanno reso un compagno di merende ideale per Virna. Queen V. non ama particolarmente i Galgo: troppo scomposti, troppo entusiasti, troppo grezzi, insomma troppo plebei per lei. Gioia e meraviglia – da parte mia – nell’osservare quanto invece le piaccia stare in compagnia di Tristan: cammina sempre vicina a lui, appena si ferma appoggia il muso sulla sua schiena, annusa lo stesso filo d’erba e ha l’espressione della ragazzina che se la sta spassando in giro con il suo migliore amico.

Tristan era autorizzato a pensare di aver trovato una compagna di giochi pazzi e di sfrenate corse, perciò quando si sono incontrati al parco le è corso incontro per accoglierla e invitarla al gioco. Quale delusione nel vedere che la sua amica, invece, di correre non ne aveva neanche l’ombra di una vaga intenzione. Nessunissima. Tristan, da Galgo gioioso ed entusiasta qual è, ha saltato come un canguro, corso dietro alle sue mamme umane, corso dietro a me, che tentavo di far correre Queen V, la quale guardava tutti con aria perplessa: “Non ci sono conigli, scoiattoli e neanche l’ombra di un gatto; non c’è neanche un peloso a cui fare un pizzicotto sulla chiappa, né un cucciolo da insegnargli la Legge del Cane Sciolto: per quale motivo io dovrei fare tutta quella fatica?”
Nel frattempo Tristan si esibiva in una serie di saltelli aggraziatissimi e la guardava con aria sconsolata, io con il fiatone gettavo la spugna e l’immancabile esperto cinofilo sentenziava: “È un cane da corsa, ha bisogno di correre”. Ma anche no.
Anche no, il levriero non è un cane da corsa, ma un cane da caccia.
Anche no, non ha bisogno di correre appena gli si molla il guinzaglio.
Anche no, Grey e Galgo non sono la stessa cosa.

Vi&Va

L’esuberanza di Virna in area cani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...