Giorno 17. Sei mesi

Il 13 dicembre era un giorno freddo, ma non era per questo che tremavo.
Non ricordo nulla dell’arrivo di Virna, se non la sensazione di trovarmi nella palla del pesce rosso. Ero un cocktail di paura, agitazione, attesa, responsabilità. Tutto shakerato con tanta felicità. E se non mi avesse accettato? Se non si fosse fidata di me? Se non fossi stata capace di diventare il suo punto di riferimento? Insieme al guinzaglio prendi in mano la loro vita e riuscire a renderli felici, non cancellando il passato, ma chiudendolo alle spalle, è una responsabilità solo tua.

Il 13 dicembre sono arrivati molti greyhound neri: li guardavo cercando di percepire chi tra loro fosse la mia Virna. Poi ho incontrato due occhi colore dell’ambra, dolci, riservati ma decisi: ci siamo fissate, occhi negli occhi, e sapevo che lei era la mia compagna prima di sentire il suo nome. Era tranquilla nel kennel sul camion, ma quando l’hanno presa in braccio per farla scendere gli occhi si sono arrossati: è una creatura tanto forte quanto sensibile. Non ha voluto mangiare niente: per i primi giorni non si fidava a prendere niente dalla mano dell’uomo.
Sono passati sei mesi. Solo sei mesi.

Ha imparato a fare le scale in 24 ore, a scendere dalla macchina in sei settimane, a stare da sola in casa in tre mesi.
Ha imparato che dopocena andiamo a casa dei nonni e adesso piange davanti alla porta quando non mi sbrigo a mettere le scarpe per uscire.
Ha imparato a comunicare con gli altri cani e anche a far sentire la sua voce quando sono troppo irruenti per i suoi modi delicati.
Ha imparato a capire quando sono arrabbiata con lei e quando invece inveisco contro qualcun altro.
Ha imparato che quando la maneggio è per il suo bene e mi lascia fare; ieri le ho pulito le orecchie e dopo mi ha dato un bacio con gli occhi grandi che le diventano quando è felice.
Ha imparato a giocare con la pallina e a tirare in aria i pupazzini.

Io avevo molto di più da imparare: oltre a capire una creatura che ogni giorno si rivela, dovevo capire molto di me stessa. Ho fatto tanta strada, ma è niente in confronto a quello che ci aspetta.
Sono solo sei mesi: lei non è più quella di quando è arrivata, io non sono più quella di prima che arrivasse.

Vi&Va

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...